Buon Compleanno ChezMaman

Buon compleanno ChezMaman.it

Mi commuove sempre pensare al giorno in cui tutto quanto ha avuto inizio, quando ChezMaman da un progetto nella mia testa si è trasformato in una meravigliosa realtà. Il motivo per cui mi commuovo è che quando ho iniziato seriamente a lavorare al progetto ChezMaman ero incinta. Non so voi ma a me la gravidanza manca moltissimo.

Era un periodo stupendo perché Penelope era sempre con me ma: non faceva cacca e pipì per cui niente cambio del pannolino a qualunque ora del giorno e della notte; si faceva sentire con dei deliziosi calcetti e non si esibiva in strilli degni di una cantante lirica in pieno sgomento; non era ancora svezzata per cui niente problemi su cosa e quando e quanto deve mangiare ma soprattutto niente pastina appiccicata ovunque; facevamo lunghe passeggiate insieme, ma non dovevo portarmi passeggino, biberon con l’acqua, dudu, pannolini, cambi, spray antizanzare, salviettine umide di tutti i tipi, tre minnie diverse e mezza cucina; giocava per i fatti suoi e io potevo lavorare in santa pace. Insomma un sogno.

Scherzi a parte ripensare a me incinta mi fa sorridere perché le aspettative di una mamma che voleva essere intransigente si sono scontrate con la realtà di una mamma superimpegnata senza nonni materni vicino e con i nonni paterni che vivono comunque lontano da casa. Per cui diciamo che su alcune cose sono stata davvero brava, da manuale della mamma perfetta e posso farmi un applauso su altre ho decisamente ridimensionato le mie aspettative.

Mia figlia non mangerà zuccheri fino ai tre anni è diventato Va bene a Mamma solo una caramellina dopo cena e un lecca lecca al mese (ma qua è colpa di mia suocera che l’ha iniziata al vizio dello zuccherino). Mia figlia non dormirà con noi, il co-sleeping che volgarità mai mai è diventato Ma Penelope che continua a giocare nel lettone tranquilla e beata mentre noi crolliamo sfiniti non è proprio un vero co-sleepingo, no? Penelope non guarderà mai i cartoni animati è diventato Penelope guarda la tv in determinati orari con noi che interagiamo con lei… quasi sempre.

Insomma le mie aspettative si sono scontrate con una realtà parecchio diversa, ma per fortuna su una cosa mi sono impegnata sul serio ed è a non dire no a caso. Oggi Penelope quando sente la parolina magica subito – o quasi subito – ritorna all’ordina, e spero con tutte le mie forze che continui così anche durante il terrible two.

E a voi come andata? In cosa le vostre aspettative si sono ridimensionate e in cosa vi sentite proprio brave?

Photo Credit: https: fotogallery.donnaclick.it on Pinterest

Articolo interessante? Condividilo!
Madeleine H. Buon compleanno ChezMaman.it

Scrittrice, Love Coach, Blogger, Mamma e molto altro... in una parola Madeleine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *